Memorial Cesco Ardizzoni 2017

3° Memorial Francesco “Cesco” Ardizzoni 2017

Nella bella location del centro sportivo di Pieve di Cento, con la regia del Rugby Pieve 1971 e dell’Associazione Girasole, si è svolto il Memorial Francesco Ardizzoni, in onore del giovane rugbista prematuramente scomparso.
La parte sportiva prevedeva gli incontri tra la squadra di casa (quest’anno amalgamata con la cadetta del Rugby Bologna 1928), il Villadose Rugby, il Modena Rugby ed il Rugby Bologna 1928.
Previsto un girone all’italiana, con tempi unici da 30 minuti.
Si parte con la sfida tra Modena e Rugby Pieve che vede questi ultimi resistere stoicamente contro i più quotati avversari, costringendoli sul 5-0 fino a pochissimi minuti dal termine, quando in debito di energie concedono altre 3 mete al Modena perdendo con il punteggio finale di 24-0.
Si prosegue con la sfida Rugby Bologna 1928 – Villadose, con i veneti che fanno valere il peso e la potenza della propria mischia, togliendo rifornimenti ai ¾ bolognesi che impiegano diversi minuti per entrare in clima partita ma quando lo fanno, segnano in rapida successione 3 mete con giocate al largo, ed una con l’idolo locale Damiano Vedrani.
Risultato finale identico per punteggio al precedente: 24-0
Segue Villadose-Modena Rugby ed anche in questo caso i veneti resistono bene per metà incontro per poi cedere decisamente (anche a causa di qualche infortunio) subendo un netto 0-42.
Il derby bolognese è all’insegna del gioco veloce e lo spettacolo, adottando punizioni di seconda al posto delle mischie, in accordo con l’ottimo direttore di Gara Lorenzo Imbriaco.
La partita è intensa e, seppur con errori tipici di inizio stagione, ricca di capovolgimenti di fronte e salvataggi in extremis, sintomo che nessuno ci stava a perdere.
Segna ripetutamente il Rugby Bologna 1928 ma anche il Pieve 1971 va a segno con Simone Rosso che realizza anche la trasformazione, per i primi punti che il Bologna 1928 è costretto a subire nel torneo, per un risultato finale di 7-38 a favore dei felsinei.
Ultimo match tra Modena e Bologna 1928 come preludio ai prossimi ben più importanti incontri di campionato.
Parte forte Modena che denota miglior qualità ed affiatamento in mischia e nelle rimesse laterali ed arriva alla segnatura con uno sfondamento in bandierina per il momentaneo 5-0.
Reagisce il Bologna 1928 che predilige il gioco al largo ma arriva alla segnatura con il giovane tallonatore Giacomo Anteghini e Bottone (che trasforma per il 5-7).
Vari capovolgimenti di fronte, ma si chiude con la segnatura del nuovo arrivato Navid Ataei e Bottone che trasforma per il definitivo 5-14.
Ancora moltissimo lavoro da svolgere per arrivare ad una qualità accettabile per il campionato da affrontare, ma lo spirito del gruppo (prima squadra e cadetta) è apparso positivo ed incoraggiante.
A termine torneo, dopo l’ottimo terzo tempo in club house Rugby Pieve 1971, si sono effettuate le premiazioni nel vicino Parco “L’Isola che non c’è” dove l’Associazione Girasole ha allestito un vero e proprio Villaggio alimentare e di divertimento, con musica dal vivo ed intrattenimenti vari.
Tanti volontari in onore di Francesco “Cesco” Ardizzoni.

Guest Star della giornata Daniele Resca, neo Campione del Mondo di tiro a volo TRAP già rugbista Pievese, con ambizione di ritorno alla passione ovale.
Grazie a tutti per la splendida ospitalità