rugby 1

Serie B – L’Emilbanca passa sul complicato campo di Rieti e difende il terzo posto

Arrivare al Comunale “Fulvio Iacoboni” di Rieti e trovare un manto erboso in perfette condizioni nonostante le pesanti piogge dei giorni scorsi è certamente una piacevole sorpresa. D’altronde, un match così importante aveva bisogno di una scenografia degna di tale appuntamento.

La partita. Agli ordini dell’arbitro internazionale Claudio Passacantando, del primo giudice di linea Giuseppe Ruta e del suo giovane collaboratore, inizia in perfetto orario il confronto tra EmilBanca Rugby Bologna 1928 ed i padroni di casa  degli Arieti Rieti,  che per l’occasione schierano diversi nuovi innesti.

Sul rettangolo verde parte meglio l’EmilBanca, che conquista nei primi minuti un paio di punizioni ma la coraggiosa scelta di andare in touch a discapito del piazzato non porta i punti sperati. Anzi, sono i padroni di casa a rompere il ghiaccio con l’apertura Turetta all’11’: la successiva conversione scalda l’ugola degli appassionati di casa per un 7 a 0 davvero inatteso.

La risposta dei rossoblù è orgogliosa ma sterile; troppa imprecisione sia al piede che nelle rimesse laterali.

Al 30’, un giocatore in maglia azzurra viene punito da un cartellino giallo ma nonostante l’inferiorità numerica è ancora Rieti a segnare con un piazzato della precisa apertura locale che, dopo aver colpito un legno nel tentativo precedente, porta i suoi sul 10 a 0.

Rabbiosa a questo punto la reazione della compagine rossoblù, che riesce a marcare la meta con Anteghini in sfondamento.

Al termine del primo tempo il tabellone recita:  Arieti Rieti 10, EmilBanca Bologna 5

Il tecnico Ogier prova quindi a motivare i propri atleti ed opta per l’ingresso in campo di Barbolini.

Si ricomincia e dopo una decina di minuti, l’esordiente Gambelunghe in raddoppio su un’incursione dei ¾ batte di prepotenza il diretto avversario e schiaccia  l’ovale oltre la linea bianca: 10-10.

In questa ripresa, l’Emilbanca staziona prevalentemente nella metà campo laziale ma purtroppo gli attacchi risultano inefficaci ed anche i calci a favore non portano punti. Continuano i cambi, con Mazzini che entra per dare freschezza alla mischia.

Al 67′, Bottone centra i pali per il vantaggio che profuma tanto di liberazione.

Seguono alcune fasi di gioco dove miracolosamente vengono rese vane azioni da meta dei rossoblù, prima con Soavi e poi due volte con Giannuli. Proseguono le rotazioni con Zambrella che rileva Signora colpito da crampi e Motolese (altro esordio assoluto) uno sfinito Rufail. La clessidra intanto scorre inesorabile  e la partita si conclude con il punteggio di 10-13 in favore del Bologna. 4 punti sudati, conditi dalla consapevolezza che  chiunque calpesterà questo campo farà fatica a portare a casa il risultato.

Diversi elementi che hanno affrontato questa lunga trasferta erano debuttanti nella categoria ed anche chi non ha avuto modo di esordire( come Lombardi e Campestri) si sta integrando nel gruppo in attesa di future opportunità.

La classifica ora vede Pesaro in fuga solitaria, con un Livorno  alle calcagna dopo il sorprendente successo (più per le dimensioni che per la vittoria) in quel di Parma, mentre l’ EmilBanca viene raggiunta sul terzo gradino del podio dall’Amatori Parma.

Il tecnico Gianluca Ogier dovrà ricompattare le fila, recuperare i tanti indisponibili e far trovare pronti i ragazzi per l’impegnativa trasferta di Firenze contro la Cadetta dei Medicei alla ripresa nel mese di Gennaio.

Ovviamente, sarà onere anche dei giocatori più esperti dare ordine e tranquillità ai compagni in campo.

 

Tabellini :

Arieti Rieti :

Alunni, Pica S., Rosati, Gudini, Bozza, Turetta, Corbucci, Carotti G., Paniconi, Meneses, Rossi, Angelucci Al., Liberati, Rinaldi, Perugini.

A disposizione:

Carotti F., Baiocchi, Monicchi, Menè, Angelucci An., Pica D., Gentile

Tecnico : Alessandro TURETTA

 

EmilBanca Rugby Bologna 1928 :

Soavi, Giannuli, Alberghini, Ataei, Signora (68° Zambrella), Bottone, Sergi, Rufail (70° Motolese), Schiavone, Gambelunghe, Gambacorta (61° Mazzini), Tosatto, Fadanelli, Anteghini (41° Barbolini) Sandri.

A disposizione :

Campestri, Lombardi, Bernabò.

Tecnico: Gianluca Ogier