index

Serie A femminile – Favoloso trionfo delle ragazze in quel di Napoli

Allora, per prima cosa bisogna ammettere che l’esperimento della “trasferta in treno” è andato a buon fine, il viaggio è stato comodo e le ragazze di Ottima Er-Lux Bologna 1928 sono arrivate a Bagnoli sufficientemente riposate per mettere in campo il grande ardore che le ha contraddistinte sin dall’inizio del campionato.

Secondo, è doveroso sottolineare come gli amici dell’Old Rugby Napoli e dell’Amatori Napoli stiano realizzando un bellissimo centro sportivo all’interno dell’ex Base Nato di Bagnoli, con tanto di nuovissimo campo sintetico di ultima generazione che potrebbe senza dubbio fare molto comodo anche dalle nostre parti.

Ma va beh, torniamo a noi.

Le Fenici si presentano sotto al Vesuvio con un XV largamente rivoluzionato dal turn-over messo in opera dagli allenatori Marco Zuccherelli e Alessandro Pirona, una rotazione studiata per concedere spazio anche alle ragazze con minori minutaggi, seguendo le linee guida del progetto della franchigia allargata volte alla crescita collettiva di tutte le giocatrici.

Nonostante ciò – al netto di qualche difficoltà iniziale dovuta probabilmente al non ottimale affiatamento tra i reparti – la differenza fra le due formazioni è evidente sin da subito.

Tsunami rossoblu. Ad aprire le danze ci pensa  Giulianna Martins già al 10′ finalizzando la pressione della mischia. Pochi istanti più tardi, è il turno di Martina Bellavista(oggi autrice di ben quattro marcature personali) portare l’ovale oltre l’ultima linea approfittando di una palese ingenuità difensiva partenopea.  Successivamente tocca a Marta De Luca, rompere prima un placcaggio a centro campo per poi infilarsi in mezzo ai pali, facilitando così anche il lavoro di Laura Farolfi la cui trasformazione porta il punteggio sul rapidissimo 0a17 in favore delle felsinee .

Una discrepanza già marcata, che diventa irrecuperabile se ad ogni errore delle inesperte napoletane corrisponde una feroce zampata bolognese.

Al 24′ Martina Bellavista sfrutta al meglio un calcetto a seguire di Ilaria Rovatti (oggi Capitana), per segnare la meta del bonus offensivo, trasformata successivamente da Laura Farolfi. Sempre  Martina Bellavista al 29′ per la quinta segnatura di squadra, ancora una volta trasformata da Laura Farolfi.

Nella seconda metà del primo tempo, le ondate  bolognesi  sono ormai inarrestabili e grazie ad una bella intesa al largo tra Laura Farolfi e Ilaria Piolanti , anche Giulia Colangeli può iscriversi al tabellino delle marcatrici con la meta siglata al minuto 33. Non è finita, perché prima dell’intervallo c’è tempo pure per la marcatura di Gladys Homedje, che sommata all’ennesima trasformazione di Laura Farolfi chiude la frazione di gioco sull’ inequivocabile 0-43.

Al termine dell’intervallo Gladys Homedje resta in panchina in favore di Costanza Buonaccorsi, mentre l’inizio della seconda frazione di gioco interseca una Bologna soddisfatta ad una Napoli orgogliosa. Anche il pubblico locale se ne accorge ed aumenta il volume del tifo. Una serie di azioni in velocità delle Campane costringe le Emiliano Romagnole a commettere parecchi falli. I calci di punizione assegnati dall’arbitro Fabio Taggi di Roma avvicinano le Napoletane alla linea di meta, ma purtroppo per loro senza mai sbloccare concludersi a lieto fine.

Al 52′ Ottima Er-Lux Bologna 1928 riprende in mano la situazione e segna ancora con Ilaria Piolanti a cui segue la conversione di Laura Farolfi. Al 57′ Cecilia Piva sostituisce Marta De Luca. Pochi istanti dopo la n.12 napoletana Carmen Bottone, appena entrata dalla panchina, si guadagna un cartellino rosso per scorrettezze. Le Fenici a questo punto sfruttano ferocemente la superiorità numerica e al 58′ vanno in meta con Camilla Bordoni, che subito dopo uscirà lasciando spazio a Luzia Vetrini. Per complicarsi ulteriormente la vita, al 61′ anche la n.4 napoletana Mariangela Di Bernardo si guadagna un cartellino rosso per pugno e scorrettezze verbali.  A giochi ormai fatti,  gli allenatori danno spazio a tutta la panchina: entrano quindi Selene Liguori, Elisa Lolli, Laura Gurioli ed anche Laura Vitali (di Rimini!).  La campagna napoletana però non è ancora conclusa, e prima del fischio finale c’è ancora il tempo per assistere alle marcature di Laura Gurioli al 64′ (trasformata da Laura Farolfi), Martina Bellavista al 68′ e di Ilaria Rovatti trasformata da Laura Gurioli per un sontuoso risultato di 0 a 74.

Complimenti dunque alle nostre ragazze, che la prossima settimana dovranno inevitabilmente cercare di ripetersi contro il Cus Pisa fra le mura amiche del centro sportivo “La Dozza”.

Le formazioni:

15 Farolfi Laura, 14 Piolanti Ilaria (23 Lolli Elisa al 61′), 13 De Luca Marta (24 Piva Cecilia al 57′), 12 Colangeli Giulia (22 Gurioli Laura al 61′), 11 Bellavista Martina, 10 Rovatti Ilaria (c), 9 Bordoni Camilla (20 Vetrini Luzia al 60′), 8 Gardenghi Valentina (18 Liguori Selene al 61′), 7 Homedje Gladys (19 Buonaccorsi Costanza al 40′), 6 Mengozzi Greta, 5 Buonaccorsi Ludovica, 4 Castelli Chiara, 17 Martins Giulianna (16 Vitali Laura al 61′), 2 Baccarani Giorgia, 1 Lamberti Laura (3 Bentivegna Rosj).

Per Old Napoli Rugby sono entrate in campo: Iacomino Serena, Francillo Grazia, Tizzano Rosanna, Liguori Roberta, Rollin Giusi, Tizzano Serena, Sato Reita, Barci Sara (c), De Stefano Roberta, Bernardi Froliana, Cinque Annamaria, Morra Cristina, Nicoletti Francesca, Crocetto Ilenia, Di Dio Greta, De Stefano Carmela, Bottone Carmen (rosso al 57′), Tol Femke, Di Noia Giada, Di Costanzo Francesca, Cuccurese Simona, Cantarelli Marta, Di Bernardo Mariangela (rosso al 61′).

Arbitro:  sig.Fabio Taggi di Roma

Marcatrici:  Bellavista 16′, 24′, 29′, 68′, Martins 10′, De Luca 20′, Colangeli 33′, Homedje 40′, Piolanti 52′, Bordoni 58′, Gurioli 64′, Rovatti 75′.

Trasformazioni: Farolfi (6/9), Gurioli (1/3).