Rug 1

Serie A femminile – Le Fenici strapazzano Pisa e volano al primo posto

Servono circa quindici minuti di studio alle nostre Fenici prima di poter sradicare il tabellone dallo zero a zero ed infilzare a ripetizione l’orgogliosa difesa pisana. Un quarto d’ora di assorbimento, un piccolo dazio da pagare fra le ragazze oggi schierate in campo sulla base di un robusto turn- over voluto da mister Zuccherelli , atto a valutare l’effettiva crescita di tutte le componenti del club.

56 a 5. Bottino pieno e testa della classifica in solitaria. Meglio di così, non si può.

La partita. Il privilegio di abbattere gli argini toscani aprendo le porte allo tsunami rossoblu spetta a Chiara Castelli, brava a sfruttare tutto il suo fisico per infilarsi oltre l’ultima linea bianca col pallone attorno al 16’, in quella che a tutti gli effetti è la classica meta “rompi ghiaccio”. Il tipico grimaldello che scardina l’equilibrio, dando il via ad una vera e propria valanga Bolognese. Dopo di lei infatti, vanno a bersaglio in sequenza: Gurioli al 22’, Gardenghi (trasformata dalla Gurioli) al 28’, Vetrini al 35’ per il bonus offensivo e poi ancora Gurioli (trasformata da lei stessa) sul tramontare di frazione, per un solido parziale di 29 a 0.

Nella ripresa – nonostante un discorso già ampiamente chiuso – lo spartito non si discosta più di tanto dal ritmo del primo tempo e dopo appena 120 secondi tocca di nuovo alla Gurioli infilarsi in mezzo ai pali per poi insaccare anche la relativa trasformazione che vale il momentaneo 36 a 0.

rug 2I tanti cambi emiliani resi possibili da una grande profondità di scelte, non intaccano la superiorità delle padrone di casa che non sbandano neppure di fronte al giallo sventolato sotto il naso della Martins per gioco scorretto al 54esimo. Anzi, quando le lancette segnano il 56’ è la volta di Cecilia Piva schiacciare l’ovale oltre la trincea avversaria al termine di una bella azione sviluppatasi  sul binario di destra.  Sul 41 a 0, affiora un pelino  di nervosismo anche sulla sponda gialloblu e la direttrice Francesca Giuliani si vede  costretta a metter nuovamente mano al cartellino per elargire un giallo alla numero 8. Ristabilita la parità numerica, le Fenici ne approfittano per infarcire ulteriormente il tabellone grazie alle firme di Bentivegna  e Calderoni (ancora sulla corsia di destra), issandosi così sul roboante 51 a 0.

Al 67’, il congelato pubblico dello stadio Dozza trova il modo di potersi scaldare applaudendo molto sportivamente  la grande sgroppata dell’ala pisana Chiara Bonfiglio, straordinaria nel siglare la meta della bandiera alla fine di una cavalcata partita da un suntuoso intercetto nella propria zona di campo difensiva.

Brava.

Tuttavia, a mandare definitvamente i valorosi sugli spalti a bere qualcosa di caldo in club house, ci pensa nuovamente la Gardenghi con l’ultima firma dello scadere che vale la sua doppietta  personale e sancisce il definitivo 56 a 5.

5 punti dovevano essere e 5 punti sono arrivati. Primo posto in classifica, con 2 lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici di Montevirginio ed alcune nuove  interessanti armi tattiche a disposizione. Adesso la pausa, poi domenica 26 si riprende il cammino a domicilio di Ferrara.rug 3

Formazione Fenici Bologna:

15 Piva, 14 Calderoni (48^ Bussei), 13 Rovatti (64^ Buonaccorsi Ca),12 Gurioli (54^ Colangeli), 11 Bellavista, 10 Lolli (40^ Bordoni), 9 Vetrini, 8 Gardenghi, 7 Mengozzi (40^ Ciani), 6 Mazzoni, 5 Castelli(48^ Bentivegna), 4 Buonaccorsi, 3 Grossi (40^ Martins), 2 Castaldini, 1 Vitali (48^ Lamberti).

Marcatrici:

Gurioli 19 punti (3 mete, 2 trasformazioni),Gardenghi 10 punti(2 mete),Castelli , Piva,Calderoni,Vetrini e Bentivegna 5 Punti (1 meta).