C1: Castel S. Pietro vs. Rugby Bologna 1928 29-47

UNA PROVA DI CARATTERE A CASTEL S. PIETRO

Prima vittoria stagionale per la cadetta del rugby Bologna 1928 in casa del Castel S. Pietro, dove gli ospiti si impongono 47-29. I ragazzi guidati da Emilio Macchione hanno conquistato la vittoria segnando sette mete, contro le cinque della squadra di casa. Per I bolognesi non è stato semplice contro un agguerrito Castel S. Pietro ma – grazie a una grande prova di carattere – hanno dominato i padroni di casa durante tutta la partita. Ferretti e compagni tornano nelle mura amiche a bottino pieno, le quattro mete già segnate nel primo tempo consentono ai rosso-blu di ipotecare fin da subito il punto di bonus offensivo.

La partita. Il calcio d’inizio è del Castel S. Pietro, Bologna riceve e, dopo varie azioni ripetute capitan Ferretti è costretto a uscire per una storta alla caviglia; al suo posto entra Scelsi. Al 10’, la partita si sblocca grazie a un inserimento di Nipoti che buca la difesa avversaria su passaggio di Pavan. Lo stesso Nipoti centra i pali. Poco dopo arriva la reazione dei padroni di casa, che segnano e trasformano. La seconda meta bolognese arriva dopo un passaggio al largo di Silvestri per De Napoli, quest’ultimo deborda ed evita l’ala avversaria, schiacciando l’ovale oltre la linea. Ancora una volta, un arrembante Castel S. Pietro risponde con una meta che però, non viene trasformata; Bologna sempre avanti 12-14.

La partita è in equilibrio e sembra possa iniziare a piovere da un momento all’altro a Campo Casatorre ma, a metà del primo tempo, il cielo comincia a schiarirsi e torna il sole. Seguono altre due marcature firmate Bologna: la prima segnata da De Napoli e la seconda da Pavan su scarico di De Napoli. Nipoti trasforma tutte e due le mete e il primo tempo finisce 12-28.

Il secondo tempo si apre con una meta di Lupo: il pugliese sfugge ai placcaggi avversari e marca in mezzo ai pali. Nipoti prontamente trasforma. Per il Bologna stanno per entrare forze fresche: Bello sostituisce Meletti all’ala, Badiali entra al posto di Santi, Scorzoni esce e entra Di Iorio. Durante il secondo tempo i rosso-blu si difendono bene sulle incursioni degli avversari ma alcuni falli di troppo e la mancanza di disciplina costringono l’arbitro a intervenire. Giallo prima a Bello e poi a Di Iorio. Il Castel S. Pietro spinge sull’acceleratore e segna tre mete di cui una trasformata.

Nonostante l’inferiorità numerica arriva la reazione bolognese, Giampietro marca sulla bandierina dopo una lunga galoppata. Nipoti non sbaglia dalla piazzola e fissa Il punteggio sul 29-42. Al 70’ entrano forze fresche per la squadra guidata da Macchione: Rossi per Pavan e Annichiarico per Femiano. Grande prova di quest’ultimo, da poco tornato con la squadra dopo una trasferta lavorativa in Cile. Il Bologna non molla e la partita si conclude con una meta di Mazzini nel finale su passaggio di Lupo. Un quasi perfetto Nipoti calcia dalla piazzola, ma centra in pieno il palo. Poco dopo arriva il triplice fischio di Merli e la partita si chiude sul 29-47.

Grande prova per i rosso-blu, che dovranno solo migliorare sulla disciplina in vista del prossimo incontro tra le mura amiche contro il Ravenna.

Man of the match. Vito Andrea De Napoli.

Queste le sue parole dopo la nomina: “La vittoria di oggi è stata importante, la squadra deve solo essere consapevole della sua forza.”

Formazione: Nipoti, De Napoli, Meletti, Giacalone, Pavan, Silvestri, Scorzoni, Ferretti, Femiano, Lupo, Mazzini, Giampietro, Santi, Campestri, Macchione; Baudi, Bello, Annichiarico, Badiali, Rossi, Di Iorio

All. Emilio Macchione

Marcatori: Nipoti meta + Nipoti trasformazione, De Napoli meta + Nipoti trasformazione, De Napoli meta + Nipoti trasformazione, Pavan meta + Nipoti trasformazione, Lupo meta + Nipoti trasformazione, Giampietro meta + Nipoti trasformazione

Articolo di Leonardo Pavan