Gli amici del “MAXIMILIAN KOLBE” sono tornati a Bologna!

Domenica 10 marzo, abbiamo ricevuto l’attesa visita degli amici canadesi del Maximilian Kolbe high school di Aurora, Toronto.

Le famiglie del rugby Bologna 1928, come ormai da tradizione, hanno ospitato i ragazzi del Mustang Rugby Team, la squadra ovale della scuola canadese per una tre giorni all’insegna di amicizia ed ospitalità.

La visita sotto le Due Torri dei nostri amici nordamericani prevedeva anche una partitella amichevole (giocata lunedì 11), in cui i nostri under 18 si sono schierati con la maglia verde dei Balanzoni davanti ai Mustang canadesi nella loro tradizionale divisa bianco azzurra. Per la cronaca, la gara è stata vinta dagli emiliani per 6 mete a 4 in un match molto vibrante nonostante il contesto “amichevole”.

Partenza a tinte canadesi, che segnano tre marcature mettendo in mostra grinta e spirito battagliero. Poi però, con pazienza, gli emiliani trovano il giusto assetto, fino a ribaltare il risultato. Alla fine della partita, Tiziano ed Alessandra, si sono distinti per un sontuoso terzo tempo a base di pasta al ragù che i nostri ospiti hanno divorato senza pietà.

Lunedì mattina, hanno visitato il museo Ferrari a Modena mentre nel pomeriggio il museo dedicato a Ferruccio Lamborghini, fondatore della omonima fabbrica di supercars. Martedì mattina, dopo avere partecipato alla Santa Messa nella splendida basilica di San Francesco, hanno girovagato per il centro storico della nostra bella città (mia cura personale fare visitare al gruppo d’insegnanti Frank, Mike e Joseph, i vicoli dello slow food bolognese, con tappa obbligata all’Osteria del Sole dove Giulia e Chiara hanno stappato due ottime bottiglie di sangiovese), chiudendo con un tour completo nella fabbrica della Ducati nel pomeriggio.

Sempre di Martedì, il tradizionale scambio di doni fra le due squadre con magliette, gagliardetti e una bandiera della città di Aurora firmata dai ragazzi.

Mercoledì mattina, in procinto di partire per una nuova tappa del loro tour, al momento dei saluti traspariva negli occhi dei nostri amici un sentimento di gratitudine ed ammirazione per le bellezze incontrate durante il soggiorno bolognese.

Un sentito ringraziamento a chi – a qualunque titolo – ha dato una mano a rendere piacevole il soggiorno dei nostri cari amici canadesi.

Mauro Anteghini