Grazie del tuo tempo, Tommy

È difficile accettare che Tommy non venga più al campo. È impossibile pensare che un ragazzo di 23 anni, arbitro di rugby e pilota di ultraleggeri, appassionato, gentile, bravo, sempre sorridente, possa morire seppure praticando uno degli sport che erano le sue ragioni di vita.
Abbiamo tutti un ricordo speciale di Tommy, perché lui sprigionava freschezza, e anche chi non ci aveva parlato tanto spesso era stato colpito dal suo sorriso luminoso e rasserenante.
Per te, Tommy, cercheremo di trasformare il dolore e la mancanza in ispirazione: tutte le volte che in campo ci salirà la rabbia e saremo portati ad attaccare briga, penseremo a te e al tuo modo cortese ma deciso di spiegarci e risolvere le questioni.
Grazie per tutto il tempo che ci hai dedicato.

Un abbraccio ai familiari, agli arbitri del comitato Emilia Romagna, al rugby Castel San Pietro, ai tuoi compagni di volo e di officina, da parte di tutta la famiglia del Rugby Bologna 1928