Serie B – L’Emilbanca non si ferma più e festeggia il Natale al 2° posto!

Giornata freddissima nella campagna veneziana, dove EmilBanca Rugby Bologna 1928 si trova a far visita alla locale squadra del Riviera.

All’arrivo nel bel centro sportivo veniamo accolti da facce conosciute: i tecnici locali Mario Pavin e Roberto Favaro, il giocatore Ivano Trapani (tutti con un passato più o meno recente in maglia rossoblù) ed il vociare di tifosi ed atlete impegnate nella partita in corso tra il Monza e la formazione di casa.

Dopo il riscaldamento e le consuete pratiche burocratiche, agli ordini del direttore di gara Markus Dosti di Roma inizia la contesa.

La partita. Parte forte Bologna che già al 4° minuto recupera un pallone nei propri 22 metri, lo affida a Signora che con uno slalom efficace ed una sgroppata di 60 metri va a depositare l’ovale tra i pali avversari per la successiva facile trasformazione di Giannuli.

Parrebbe tutto semplice, ma i rivieraschi non ci stanno a costringono i rossoblù nei propri 22; da una touche sui 5 metri arrivano in area di meta, ma commettono fallo e risolvono al Bologna un bel problema. Tuttavia, è solo il preludio di quello succederà un minuto più tardi quando, dopo calcio in area di meta bolognese, Wright scivola nell’annullare consentendo ai padroni di casa di segnare: 5 a 7 sul tabellone al 13’. Dopo un paio di minuti, intervento fortuito su giocatore in salto di Cesari e giallo conseguente, il peggior momento del Bologna che con imprecisioni varie acutizza il disagio di essere in inferiorità numerica. Riviera entra in area di meta ma non riesce a depositare l’ovale, tenuto sollevato dai difensori. Altro attacco e Wright salva su un pallone vagante in area. Infine, dopo una liberazione, la talentuosa apertura locale calcia per lanciare un compagno ma Zambrella intercetta in mark.

Si alternano belle azioni alla mano ad errori che vanificano gli sforzi profusi. Il fortino resiste e finisce il primo tempo con il risicato vantaggio di 5 a 7.

Si rientra in campo dopo le energiche raccomandazioni di Guermandi e tra l’estremo agonismo di entrambe le squadre, spunta qualche eccesso di nervosismo: dopo solo 6 minuti Guatelli esce per infortunio, sostituito da Schiavone, se pur non in perfette condizioni.

Gli attacchi sono più ordinati e Sandri trasforma una touche ai 5 metri avanzante in meta.

Bologna pare essersi sbloccata ma riaffiora il nervosismo tra i contendenti da una punizione giocata rapida da Sergi, l’azione più bella dell’incontro, trasmissione tra Fadanelli, Schiavone, Gambelunghe e Bottone che lancia Zambrella che schiaccia in meta. Giannuli converte per i punti aggiuntivi.

La contesa si fa ancora più accesa sul piano fisico a la sfida riguarda sia le azioni al largo che i punti di incontro con impatti al limite, con Riviera che entra in area di meta ma viene ancora “tenuto alto” dai difensori.

Alcuni svarioni difensivi portano i padroni di casa ancora a segnare e riavvicinarsi pericolosamente nel punteggio 10-19 al 22’ della ripresa.

Il direttore di gara stenta a gestire alcune situazioni piuttosto sanguigne in campo ed è oggetto di parecchie contestazioni da parte di entrambe le tifoserie

Da una touche ben conquistata vengono messi in moto i ¾ che, rientrando indovinano un perfetto angolo di corsa con Gambelunghe che taglia letteralmente la difesa correndo dalla linea dei 22 fino al centro della porta per la meta del bonus. I punti aggiuntivi sono ancora una volta firmati da Giannuli.

Sgravati dal pensiero del risultato, si gioca con più fluidità e dopo soli 5 minuti ancora Gambelunghe schiaccia in bandierina dopo una stupenda azione corale, fin troppo bella da poter esser descritta.

Coach Guermandi completa l’ingresso dei restanti giocatori a disposizione ad eccezione di Barbolini – tenuto precauzionalmente a riposo – e si va verso il termine senza però alcuna diminuzione di intensità dell’incontro, davvero impegnativo dal punto di vista dell’impatto fisico.

MoM: Enea Gambelunghe. Oltre, ovviamente, alle due mete realizzate, sempre avanzante negli impatti e presente sui punti di incontro. Ottima manualità fino ai crampi finali. Complimenti.

Missione compiuta dunque e festività Natalizie da passare con un prestigioso secondo posto fra le mani. Il prossimo appuntamento è fissato per Domenica 13 Gennaio quando, fra le mura amiche dello stadio “Dozza”, arriverà il Viadana 1970.

Tabellini

Riviera v. EmilBanca Rugby Bologna 1928  10 a 31

(0-5)

Rugby Bologna 1928:

Wright (Rizzoli), Zambrella, Giannuli, Neri, Signora (Bernabò), Bottone (Ferretti L.), Sergi, Gambelunghe (Mengoli), Guatelli (Schiavone), Anteghini, Cesari, Macchione Fr., Fadanelli, Macchione E.(Guandalini), Sandri

A disposizione N.e. Barbolini

All. Fiorenzo Guermandi

Accompagnatore: Franco Rizzoli

Si ringraziano Marta, Elisabetta e Beatrice per il resoconto.