Serie C1 – La Cadetta vince contro il Castel S.Pietro e si riprende il terzo posto

9 Dicembre 2018 – Rugby Bologna 1928 cadetta vs. Castel S. Pietro Rugby 24-12

Vittoria importante per la Cadetta del Rugby Bologna 1928 che, sul campo 3 del centro sportivo “Dozza”, si impone contro il Castel S. Pietro per 24 a 12. La squadra capitanata da Mazzini supera così il Faenza Rugby in classifica (anche se solo di 1 punto) e riagguanta il terzo posto. Il Bologna, che nell’arco degli ottanta minuti si è dimostrato superiore in tutte le fasi di gioco, ha vinto segnando tre mete e un calcio di punizione, contro le due marcature della squadra ospite. Dopo una giornata positiva, l’unico rammarico per i bolognesi è quello di non essere riusciti a segnare anche la quarta segnatura, quella che avrebbe consentito ai rossoblù di conquistare anche il punto di bonus offensivo.

La partita. Dopo una prima frazione di gioco entusiasmante, dove il Castel S. Pietro arriva vicinissimo alla marcatura (impedita per un tenuto alto in area di meta), i rossoblù reagiscono e mettono in crisi la difesa avversaria grazie alle penetrazioni degli avanti e un bel gioco alla mano da parte dei trequarti. Ecco che la gara si sblocca al 15’: il Bologna continua a premere in attacco, Pavan sembra aver trovato un buco e prima di essere fermato scarica a Meletti che viene bloccato a un metro dalla linea di meta: la palla esce dal punto di incontro e Macchione sfonda la linea difensiva. Nipoti trasforma e si va sul 7-0.

La sfida continua in equilibrio per i successivi dieci minuti, quando al 25’ viene assegnato un calcio di punizione in favore dei padroni di casa per un avanti volontario nella metà campo del Castel S. Pietro, su una pericolosa azione orchestrata da Piazza. Nipoti da posizione centrale non sbaglia: 10-0.

Per tutto il resto della frazione, i bolognesi continuano a mettere in difficoltà la difesa ospite non riuscendo però a marcare, nemmeno quando, praticamente allo scadere, i rossoblù sono a meno di un metro dall’ultima linea: fallo in attacco e nulla di fatto. Si va al riposo sul 10 a 0.

Alla ripresa delle ostilità, i rossoblù si riversano subito nella metà campo avversaria. Sono passati solo tre minuti dall’inizio della seconda frazione di gioco, quando da una mischia a favore dentro i 22 avversari arriva la marcatura di Giacalone. Nipoti non sbaglia e si va sul 17-0.

Al 54’ arriva la reazione del Castel S. Pietro: dopo numerose penetrazioni ben arginate dai padroni di casa, i gialloblù riescono a portare l’ovale oltre la linea di meta. La trasformazione è precisa e si va sul 17 a 7.

La partita rimane in equilibrio per circa venti minuti, con la palla che passa da una squadra all’altra e con le due formazioni che si sfidano anche al piede; tuttavia, nessuna delle due riesce a cogliere lo spunto giusto finché, al 75’, i bolognesi trovano la via della meta grazie agli uomini di mischia. Nipoti trasforma anche questo piazzato e va sul 24 a 7.

La sfida si chiude con un calo dei rossoblù e con il Castel S. Pietro che trova la via della meta all’altezza della bandierina. La trasformazione esce e la partita si conclude sul 24 a 12.

Domenica prossima il Bologna affronterà il Ravenna, in una sfida importantissima per il proseguo della stagione, infatti una vittoria con 5 punti permetterebbe di confermare il terzo posto e di ipotecare l’accesso al girone promozione nella seconda fase del campionato.

MoM: all’unanimità è stato eletto Cristian Femiano, una infaticabile terza linea che oggi ha giocato anche pilone durante l’espulsione temporanea di Macchine; dieci minuti giocati con grande generosità che hanno permesso al Bologna di mantenere la supremazia mostrata in mischia chiusa durante tutta la partita. 

Formazione: Meletti, Di Iorio, Giacalone, Pavan, De Napoli, Piazza, Nipoti, Femiano, Rossi, Baudi, Mazzini, Giampietro, Santi, Badiali, Macchione; Bello, Mengoli

All. Macchione Emilio

Articolo di Leonardo Pavan