Serie C1 – Poule Promozione: Bologna 1928 v. U.San Benedetto 17-41

Finalmente è di nuovo domenica e si ricomincia a giocare. Il centro sportivo “La Dozza” è in pieno fermento: dopo il raggruppamento del minirugby del mattino e la partita dell’ under 16, il match la fra la cadetta del Bologna 1928 ed i marchigiani della Unione San Benedetto anticipa la partita fra la prima squadra ed il Rubano, incontro valido per il diciottesimo turno del campionato di serie B.

I nostri, forti di una testa sgombra da calcoli di classifica, si presentano in campo agguerriti ma davanti c’è un avversario forte, che staziona al secondo posto del girone.

La vera curiosità di questa sfida quindi, è vedere schierati “fra i grandi” diversi elementi delle giovanili. Ben quattro ragazzi nati nel 2000(Anteghini, Ardizzoni, Chiarelli e Regazzi) ed uno addirittura nel 2001 (Paganelli), all’esordio assoluto nelle categorie superiori.

L’arbitro odierno è il signor Vaccari di Viadana.

La partita. Comincia forte la compagine marchigiana che schiaccia la squadra bolognese all’ interno della propria metà campo. La difesa resiste a due fasi sulla linea di meta, ma alla terza il mediano di apertura ospite sblocca la contesa. Lui stesso trasforma e si va sullo 0 a 7.

Ancora Unione in avanti. Mischia a dieci metri dalla linea di meta: palla fuori al numero 10, due passaggi al largo e numero 12 che segna sulla bandierina. 0 a 12. Poco dopo, ancora il numero 12 con una meta in fotocopia alla precedente porta il parziale sullo 0 a 17.

Gli ospiti insistono in attacco e lo fanno con una mischia poderosa che avanza in maul fino alla meta segnata dal numero 6 e trasformata dal piede del 7, per un parziale di 0 a 24.

Dopo avere raggiunto il bonus con una certa facilità, complice qualche amnesia di troppo in fase difensiva e di placcaggio dei nostri, i marchigiani rallentano il ritmo ed i bolognesi ne approfittano per portarsi in attacco . Anteghini sblocca il tabellone rossoblù siglando il 5 a 24. Qualche istante più tardi però, il numero 15 dell’ Unione mette il suo sigillo sulla partita ristabilendo le distanze. 5 a 29.

Sul finire del primo tempo, Santi segna la seconda meta del Bologna e grazie alla trasformazione di Ferretti si va sul 12 a 24. Prima dell’intervallo, arriva anche il cartellino giallo al numero 7 ospite per un placcaggio irregolare su Mazzini.

Il secondo tempo comincia con la classica “nube di Fantozzi” che scarica 15 minuti di acqua gelida sui giocatori in campo. Sotto la pioggia, arriva un’ altra meta a tinte marchigiane: segna il numero 16, trasforma al piede il numero 9.

12 a 36.

Nella fase conclusiva della partita,  arriva un altro placcaggio alto e dunque un altro cartellino giallo, stavolta per il numero 17 dell’Unione. Il Bologna 1928 sfrutta la superiorità per mandare in meta il pilone Santi che diventa così il “metaman” odierno per gli emiliani.

Il match termina con la marcatura del numero 11 sambenedettese che fissa così il punteggio finale sul 17 a 41 per l’Unione.

Il prossimo appuntamento della Cadetta è fissato per domenica prossima alle ore 15.30 in quel di Imola, per un derby tutto “bolognese”.

 

Tabellini

Bologna 1928 Cadetta v. Unione San Benedetto 17-41

Bologna 1928: 15)DE NAPOLI; 14)REGAZZI;13)GIACALONE; 20)CRESCENZO; 11)CHIARELLI; 10)FERRETTI; 9)SCORZONI; 8)FEMIANO; 7)MENGOLI; 6)PAGANELLI; 5)MAZZINI; 4)ARDIZZONI; 3)SANTI;2)ANTEGHINI; 1)BADIALI; 16)SCELSI; 17)ROSSI; 18)BACCOLINI;19)RINALDI

Marcatori: SANTI 2 Mete; ANTEGHINI 1 Meta; FERRETTI 1 Trasf.



Resoconto di Mauro Anteghini

Foto di Riccardo Paganelli