Torna Giorgio ed il Collegium affonda anche l’ultima del trittico Romagnolo!

Il Collegium si prende la terza vittoria consecutiva: dopo il Cesena ed il Ravenna, sull’erba del “Dozza” si spiaggia anche il Rimini.

E’ stato un anno di crescita per il Collegium, ci è voluto tempo, l’amicizia dei ragazzi del 2003 e la pazienza degli allenatori, ma alla fine i risultati si sono visti.

Si comincia con il ritorno di Giorgio in campo e questa è una bella notizia per tutti noi. Giorgio “Toro seduto” a bordo campo sotto le tribune ed Elia in panchina con lo staff tecnico al completo,.
Il Rimini in livrea verde si presenta ben stazzato con qualche giocatore extra large ed un ragazzo a barba fluente. Il Collegium, con il classico completo rossoblu, risulta sicuramente più leggero dell’avversario ma in questi mesi abbiamo imparato che il peso non è tutto. 
Si parte alle 12.30 e non c’è tempo da perdere: all’under 16 seguirà la partita della serie C e poi quella della serie B.

Il Collegium comincia come una furia: prima meta al terzo minuto con uno slalom del capitano ripetuto al quinto minuto e poi il terzo timbro già al 7°, con una meta nata da un’altra corsa.
Il Rimini appare annichilito dallo sprint iniziale, non placca nonostante il campo sia erboso e i nostri ragazzi sembrano scatenati; sicuramente più affamati. Monster tiene addirittura il campo senza una scarpa pur di non mollare la posizione.
15 a 0 dopo i primi sette minuti con nessuna realizzazione all’attivo dei calciatori.
Gli emiliani si rilassano leggermente ed il Rimini tenta una reazione, ma la difesa bolognese -allenata in settimana contro gli under 18 – non si scompone e sono minuti di batti e ribatti sino al quattordicesimo, quando un intercetto consegna la palla all’ala che corre da centrocampo fino al centro dei pali. 

Tutti a guardare il calciatore: è la quarta meta. “Questa la realizziamo” si sente in tribuna ed il calciatore, che sente il peso di tutti i nostri occhi su di lui, sbaglia anche il “calcio facile”. Pazienza. 20 a 0.

Il Collegium macina gioco e le marcature si alternano con attori diversi: in corsa, in slalom, in sfondamento e finalmente il primo tempo si chiude con un calcio tra i pali (alla ottava meta) per un parziale di 42 a 0.

La ripresa si apre con una meta non realizzata che vale il 47 a 0.

I padroni di casa fanno girare la panchina ma il gioco continua ad essere lo stesso.
Il Rimini non morde ed in attacco è troppo lento, solo in mischia riesce a valorizzare il proprio peso ma per il resto non c’è partita.

Dall’altro lato, il Collegium è fortissimo in difesa ma ancora debole nelle touche e soprattutto dalla piazzola. Ad ogni modo, la squadra in campo si muove in linea neanche ci fosse Arrigo Sacchi in panchina e vedere i ragazzi schierarsi e spostarsi come un unico corpo è veramente uno spettacolo. Alla fine, le mete per il Collegium saranno 13 con solo 3 calci tra i pali, un 71 a 0 che la dice lunga su quanto questa squadra sia cresciuta rispetto a quel 14 a 5 subito in quel di Rimini.
Una bella giornata con un solo neo, l’infortunio al nostro “Piè veloce” Drin che tiene il campo fino alla fine con il braccio sinistro che alla fine risulterà rotto!

A lui i nostri migliori auguri di una pronta guarigione.

Viva il Collegium, Viva il Rugby.


Formazione:15 Albanelli 14 El kholdi 13 Viviano 12 Micheler 11 Tondi 10 Fini 9 Pinto  8 Merighi 7 Maccaferri 6 Fuda 5 Iori 4 Ropa 3 Fatturoso 2 Gualandi 1 Andreetti 

A disposizione:16 Caporale 17 Montanari 18 Venturi 19 Testoni 20 De Angelis 21 Pilati 22 Evangelisti 23 Saretta 24 Radmanovic 

All: Sagarzi, Navarra e Biavatti 


Articolo Claudio Merighi