Un buon Bologna nel test contro Pesaro

Una prima uscita stagionale molto promettente per la nostra Seniores maschile che, ieri pomeriggio, ha disputato una prestigiosa amichevole pre campionato contro il Pesaro neo-promosso in Serie A.

L’incontro era stato organizzato per festeggiare il cambio di maglia del nostro Federico Soavi, passato quest’estate proprio tra le fila dei marchigiani ma, durante la scorsa partita, Federico ha subito il distacco del tendine del pollice destro ed è stato operato. Costretto a seguire il match dalla tribuna, non abbiamo voluto chiedergli per chi facesse il tifo!

Scherzi a parte, torniamo alla sfida.

La partita. Il Pesaro parte forte e dopo pochi minuti va in meta con una bella azione al largo. Ne passano appena altri 10 ed ecco che i padroni di casa trovano il raddoppio con una percussione di mischia sull’angolo opposto: 10-0. Il Bologna sembra incapace di opporre resistenza al gioco più organizzato e dinamico dei giallorossi e si prospetta una giornata molto impegnativa.

Ma nel rugby, si sa, le cose cambiano velocemente e i nostri trequarti reagiscono alla grande. Dopo una splendida giocata corale, Alberghini libera Signora che va a segnare in bandierina. Meta trasformata e punteggio sul 10-7.

Il primo tempo continua senza altre segnature, ma con un bel gioco da entrambe le parti: loro più efficaci sulle touche, (anche se Guatelli dimostra di essersi subito adeguato al ruolo – nuovo per lui – di ultimo saltatore), noi sicuramente più abili nelle mischie chiuse, dove spesso mettiamo in difficoltà i pesaresi costringendoli a retrocedere e a “stappare”.

Nella ripresa, i rossoblù cominciano meglio degli avversari  e realizzano una bellissima meta in bandierina, ancora con Signora, dopo una maul avanzante ed una veloce apertura al largo; un calcio-passaggio che l’ala raccoglie in area di meta per la segnatura. Sulla relativa trasformazione, Sergi colpisce il palo per un parziale di 10 a 12.

Iniziano le sostituzioni e Guermandi  fa entrare in campo tutti i 10 ragazzi che ha con sé in panchina, compresi i tre Under 18 (Rizzoli, Micheler e Ferretti) al loro esordio in prima squadra.

Al 60’ però, Pesaro segna di mischia e si riporta avanti sul 15 a 12. Tuttavia, l’incontro si mantiene su buoni livelli; negli ultimi minuti, dopo una prolungata azione pesarese sventata dalle nostre terze linee, Signora parte con uno slalom ubriacante, percorre metà campo ma si ferma ad un passo dalla linea di meta. Sul successivo passaggio in avanti, l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi col risultato finale di 15 a 12.

Ottimismo. Tante le note positive a margine di questo test, prima fra tutte la disciplina. In tutta la partita l’arbitro ha fischiato solo 12 punizioni (di cui 8 collezionate negli ultimi 20 minuti, segno di una stanchezza mentale più che fisica). Un grande miglioramento rispetto alla passata stagione, dove molte partite furono compromesse proprio  a causa dell’indisciplina.

In secondo luogo, la capacità di sviluppare gioco: i nostri trequarti, bene orchestrati da Andrea Bottone prima e poi in successione da Lorenzo Ferretti e Gianluigi Piazza, hanno mostrato una ottima intesa e una bella manualità, mettendo spesso in difficoltà la linea arretrata marchigiana.

E’ evidente come Guermandi – assistito dai suoi due vice, Giovanni Alberghini per i trequarti e Damiano Vedrani per la mischia – stia dando una fisionomia molto precisa alla squadra. Il girone del nord est sarà sicuramente più impegnativo rispetto a quello a cui eravamo abituati, ma la partita contro il Pesaro ha dato ancora una volta conferma che la nostra squadra ha solo bisogno di acquisire consapevolezza del proprio valore e voglia di giocare divertendosi, senza pensare troppo a tatticismi esasperati.

Man of the Match. All’unanimità è stato eletto Martino Neri: opposto al forte neo-acquisto pesarese Peter Mokom, proveniente dal Viadana, ci si poteva aspettare da lui una partita prevalentemente difensiva; in realtà Martino, dopo la prima meta subita nei minuti iniziali è stato non solo impeccabile in difesa ma anche estremamente efficace in attacco, lavorando bene da pivot per le chiamate di Bottone e creando scompiglio tra le linee avversarie con accelerazioni improvvise. Complimenti!

Andrea Nervuti