Under 18, Collegium Bologna 1928 v. Cus Ferrara 31-12

In un sabato pomeriggio freddo e piovoso, ci troviamo alla stadio “Dozza” per la terza sfida stagionale contro il CUS Ferrara.

Ore 17.00, campo 1. Il signor Stargiotti da Rimini presenta le due sfidanti a centro campo.

La partita. Dopo il fischio d’inizio, i bolognesi colpiscono subito: palla recuperata su intercetto da Chiarelli che appoggia l’ ovale oltre la riga in mezzo ai pali. Il calcio piazzato viene infilato in mezzo all’acca da Galuppi e si va immediatamente sul 7 a 0.

Si continua a giocare sotto la pioggia battente e appare chiaro che, questa partita, la vincerà chi saprà resistere meglio al meteo avverso.

È un gioco spezzettato e fatto di fasi statiche, con frequenti mischie chiuse che vedono un netto dominio da parte dei padroni di casa. Purtroppo questo sforzo produce la prima sostituzione: Ardizzoni, colpito da crampi, deve essere sostituito e coach Signora si vede costretto a modificare il pack.

Nonostante ciò, il Collegium continua a premere sull’acceleratore e da una ruck Pezzoli trova il guizzo che vale il raddoppio. Galuppi non sbaglia e si va sul 14 a 0.

Il CUS però non ci sta e riconquista palla. Il numero 13 riceve l’ovale e parte all’attacco cogliendo i bolognesi di sorpresa. Il piede del 10 centra i pali e rimette in corsa i suoi. 14 a 7.

Prima della fine del primo tempo, Galuppi infila una punizione fischiata a causa di una irregolarità ospite e chiude la frazione sul 17 a 7.

Dopo una breve pausa, si torna in campo. Piove ancora, si ricomincia a giocare e il Collegium riparte segnando la meta nei minuti iniziali. Ennesima mischia a 5 metri da cui esce la palla che, dopo tre fasi da una ruck, vede ancora Pezzoli varcare la linea in tuffo. La non facile trasformazione viene realizzata da Galuppi e si va sul 24 a 7.

Con il tabellone al sicuro, giunge una lunga fase in cui il Collegiumm controlla la partita, finché Ferrara trova un moto d’orgoglio e segna una meta di volontà con il numero 11.

24 a 12.

Siamo alla fine della gara, il meteo non ci ha dato un attimo di tregua e i ragazzi in campo sono stremati. Ferrara, senza cambi, non pare in grado di creare problemi ai rossoblù che, pur non avendo una panca affollatissima, riescono a mettere in campo qualche atleta più riposato.

Priola recupera la palla dal calcio d’ inizio dopo la meta subita: tre fasi in avvicinamento e dalla ruck che si forma questa volta esce palla in mano Galuppi, il “pilone – kicker” sfonda la diga ferrarese e segna sia la meta che la relativa trasformazione per il definitivo 31 a 10.

Il saluto a centrocampo e il terzo tempo, siglano la fine di questa partita. Certamente non bella, ma sicuramente giocata senza risparmiarsi dai protagonisti in campo.

La scelta del “man of the match” odierno è ricaduta su Franco Chiarelli.

Ha messo in campo tutta la sua voglia di primeggiare sia in attacco (dove ha segnato la meta iniziale), che in difesa (dove è sempre stato puntuale al placcaggio e vincente nell’uno contro uno).

Ottimo lavoro.

Prossimo appuntamento, domenica 12 maggio in quel di Modena, dove ad attenderci ci sarà la capolista di questo “gironcino” di consolazione.

Collegium Bologna 1928: 15)TESTONI; 14)COVILI F; 13)CHIARELLI; 12)CARASSITI; 11)COVILI T; 10)RONCAGLIA; 9 ELIA; 8)CASINI; 7)RADU; 6)CALDARONE; 5)ARDIZZONI: 4)PEZZOLI; 3)GALUPPI; 2)ANTEGHINI; 1)PRIOLA; 23) VENUTI; 19)PANITTI; 20)REGAZZI;

Marcatori: PEZZOLI 2 Mete; CHIARELLI 1 Meta; GALUPPI 1 Meta + 4 tr. + 1 cdp.

Mauro Anteghini

Foto di Riccardo Paganelli