Under 18, Girone Consolazione – Collegium Bologna v. Rugby Noceto 14 – 12

Il lungo ponte pasquale e l’infermeria affollata influiscono negativamente sulle convocazioni in vista del difficile match contro Noceto, ma siamo comunque pronti per questa importante sfida.

A rendere tutto rugbysticamnte più affascinante, un clima molto più simile a quello delle brughiere britanniche piuttosto che alla primavera bolognese. Gli ingredienti ci sono tutti: fa freddo e per l’intera durata della partita piove acqua gelida.

Il signor Fabbri di Rimini chiama le squadre a centrocampo e fischia l’ inizio della battaglia. Si comincia a giocare con il Collegium in avanti: buon possesso all’ interno dei 22 metri e spostamento del fronte di attacco da un lato all’ altro dello schieramento, con l’ovale che giunge a Petracca bravo a realizzare la meta da posizione defilata. Galuppi trasforma il calcio aggiuntivo e si va sul 7 a 0.

Una bellissima giocata per coralità di esecuzione: potremmo dire, senza tema di smentite, che nel pugno di minuti giocati tutti i giocatori bolognesi hanno toccato l’ovale.

La pioggia però è insistente e la partita cambia radicalmente.

Così, fra scrosci di acqua e vari errori di manualità causati dalle intemperie, finisce un primo tempo sostanzialmente equilibrato, con Noceto che prova a pareggiare senza riuscire nell’intento.

La ripresa inizia con i padroni di casa che rimangono in inferiorità numerica. Galuppi prende il giallo per un placcaggio alto e così, i nocetani, ne approfittano per pareggiare i conti con meta e trasformazione. 7-7.

Ritorna in campo Galuppi ed immediatamente si sposta il baricentro dalla parte felsinea. La meta del nuovo vantaggio rossoblù comincia con una azione personale di capitan Giamma Roncaglia che parte palla in mano venendo fermato a dieci metri dalla linea. Priola percorre un altro pezzo di strada e Galuppi completa l’ opera realizzando anche il calcio aggiuntivo.

14 a 7.

Noceto non ci sta e ce la mette tutta per sfondare la difesa di casa. L’assalto al forte si conclude al 30’ con la meta ospite. Il 10 raccoglie un pallone che pesa una tonnellata e sbaglia il calcio aggiuntivo: 14 a 12 per il Collegium.

Siamo alla fine di una gara tiratissima, la fatica accende gli animi e si intravede qualche scaramuccia verbale. Il pilone ospite riceve un cartellino giallo per falli ripetuti ma, nonostante l’ inferiorità numerica, i nocetani non mollano. I padroni bolognesi però fanno buona guardia e la partita finisce con il saluto a centrocampo di due squadre sfinite e infreddolite; una bella doccia calda ed un buon piatto di pasta in club house ritemprerà i giovani atleti.

La scelta del “Man of the match” è dettata dal cuore – non il mio – ma quello grande di Lorenzo “Giamma” Roncaglia. Mesi di tribolazione dopo l’ ennesimo infortunio dal quale anche stavolta si è ripreso alla grande: placca, porta palloni nella metà campo avversaria, aiuta i compagni di reparto meno esperti e si comporta da capitano vero. Bravo Lorenzo!

Tutta la squadra merita comunque una menzione: Signorile, Caldarone e Venuti, ragazzi che sono con noi da pochi mesi e che hanno saputo tenere il campo come veterani. Panitti e Blend, che si sono fatti trovare pronti al momento della chiamata fra i titolari. Galuppi, che sembra un giocatore di categoria superiore. Il rientrato Petracca, che ha ufficializzato la sua guarigione con la meta del primo tempo. Cappi ed Elia, la mediana che cresce domenica dopo domenica. Carassiti che ha aiutato i compagni di reparto meno esperti e si è fatto trovare pronto. Pezzoli, Casini, Paganelli, Priola, Anteghini ed Ardizzoni a completare lo schieramento supplendo con la loro qualità alla scarsa quantità di oggi.

Un ringraziamento a Isidoro per la narrazione della sequenza degli eventi della gara su cui è basato il resoconto

Collegium Bologna Rugby: 15)RONCAGLIA; 14)BLEND; 13)CARASSITI; 12)PETRACCA; 11)PANITTI; 10)CAPPI; 9)ELIA; 8)PRIOLA; 7)CASINI; 6)PEZZOLI; 5)CALDARONE; 4)SIGNORILE; 3)GALUPPI; 2)PAGANELLI; 1)ANTEGHINI; 16)ARDIZZONI; 22)VENUTI

Marcatori: PETRACCA meta; GALUPPI meta +2 tras

Foto di Riccardo Paganelli